Trieste – storie di polizia e immigrazione

Anche se lontano da Bari e dal socrate questa è una storia che merita la massima diffusione, attenzione e analisi.
Come nei C.I.E., così nei campi di pomodori le immigrate e gli immigrati vengono stuprati nel fisico e nella mente, sfruttati e fatti oggetto di soprusi.
Ora avviene ad opera di un funzionario di polizia in una questura del nord Italia.

This entry was posted in antifascismo, antirazzismo. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *